Mastoplastica additiva

Aumento del senoL’intervento di aumento del seno o, più correttamente, di mastoplastica additiva è, subito dopo la liposuzione, l’operazione più richiesta in medicina estetica, come confermato dalle statistiche ASAPS, (American Society for Aesthetic Plastic Surgery): a sottoporsi a quest’intervento sono maggiormente le donne in giovane età, con un seno poco sviluppato o semplicemente in cerca di un seno più bello, alto e rotondo perché insoddisfatte del proprio.

Molto ampia è l’offerta di protesi, ormai disponibili di ogni forma e dimensione e soprattutto innovative e naturali, in grado di formare un seno naturale sia alla vista che al tatto. Per contro, è importante che sia il chirurgo a consigliare quali tipi di protesi utilizzare, giustificando la sua scelta in base alla morfologia del seno della paziente ed alle sue aspettative.

Abbiamo visto quindi come sia ragionevolmente importante una preventiva valutazione del chirurgo plastico: arrivati all’intervento, generalmente l’incisione che verrà praticata sarà periaerolare, in quanto la cucitura sarà nascosta dalla particolare conformazione della pelle in questo punto. L’operazione di mastoplastica additiva si svolge sotto anestesia locale, in genere dura un’ora – un’ora e mezzo e si effettua in day hospital: la paziente avrà poi bisogno di almeno una settimana di riposo.

Come per molti altri interventi di chirurgia estetica, anche per la mastoplastica additiva i costi sono estremamente variabili, sulla base di molteplici fattori: il costo del chirurgo e dello staff medico, dell’anestesista, della clinica (il costo è limitato in tutti i casi di intervento in day hospital), delle visite di controllo preventive e post-operatorie e, non ultimo, il costo delle protesi, che varia a seconda della qualità e della grandezza.

Lascia un commento